RI-CONOSCERE LA TOSCANA

Villa Caruso Bellosguardo: Invito a cena con delitto

Scritto da admin il 8 ottobre 2010 | Nessun commento

Villa_Caruso_14Villa Caruso art&food. Una notte buia e tempestosa, meglio se avvolta da una fitta coltre di nebbia. Una sala da pranzo tetra e illuminata da deboli candele. Una cena… Un omicidio. Un gruppo di investigatori più o meno improvvisati. Gli ingredienti ci sono tutti: no, non per scrivere il copione di un film sulle indagini di Hercule Poirot o Jane Marple. No, l’arguta penna di Agatha Christie questa volta non c’entra, o almeno non direttamente. Si tratta invece di una delle serate alternative che da qualche anno sono sempre più richieste in tutta Italia. Una delle prime regioni ad organizzare queste cene, con delitto da risolvere come condimento eccezionale, è stata la Toscana. Tra una portata e l’altra, un indizio dopo l’altro è servito ai commensali, messo in scena davanti ai loro occhi. Ricostruire la scena del crimine, capire movente e modalità, scoprire l’arma, individuare il feroce assassino; ma anche gustare buon cibo, accompagnato da vini della regione. Ecco cos’è la Cena con delitto, un modo per chiunque, toscano o meno, di gustarsi la cucina della regione divertendosi a mettere alla prova il proprio intuito e le capacità investigative, in un vero e proprio gioco di ruolo.

Di cene col diversivo dell’omicidio ne esistono a bizzeffe ormai, ma alcune si distinguono dalle altre per l’accurata scelta della location, suggestiva e perfetta per richiamare lo stereotipo della notte buia e tempestosa anche se fuori il cielo è limpido e trapuntato di stelle come non mai. In questo senso la Toscana ha solo l’imbarazzo della scelta: un esempio tra molti, la Villa Caruso di Bellosguardo. Il nome è esplicativo: bellosguardo, infatti, riferisce alla vista mozzafiato che si gode dalla dimora cinquecentesca che svetta su una delle aree collinari più affascinanti della provincia fiorentina, Lastra a Signa. Il fiore all’occhiello della Villa sono il parco e il giardino: un susseguirsi di impressioni date dalla vista del curatissimo “giardino all’italiana” fatto di essenze arboree, siepi ed agrumi, il tutto incorniciato da sculture – soprattutto di animali – e colonnati. Insomma, un vero e proprio percorso sensoriale botanico-artistico. La Villa si propone come spazio ineguagliabile per dare ospitalità a “l’arte, la musica, i concerti. […] vivacizzata da mostre, convegni, attività culturali”. Ecco allora, in questo contesto che ancor oggi profuma di manierismo, un susseguirsi di cene con delitto suggestive più che mai. Da inizio anno ad oggi se ne contano undici, senza mai esser ripetitive. A volte, poi, per la scelta dei copioni, vengono sfrutatte volentieri le atmosfere date dalla fortunata location. C’è per esempio il delitto ambientato nel ‘500, legato agli intrecci di amore e potere della famiglia de’ Medici (titolo evocativo delle serate – 22 gennaio e 26 marzo – è stato Veleni medicei). Ma qualunque sia la storia, il mistero da svelare e il caso da risolvere, la cornice è una ricca cena che comincia con aperitivo e abbondante antipasto a buffet; primi di ogni sorta dalle crespelle al tartufo o alla zucca ai paccheri con carciofi e lardo di colonnata; tra i secondi si fanno notare lo stinco di maiale al forno, il coniglio ripieno e il carrè di maiale; e per chiudere, tra le proposte dei vari menù, ci sono torta di pere e cioccolato, torta al cioccolato con cuore morbido, torta di mele con crema al Vin santo.

Rimane solo da dire Buon appetito e vinca il migliore (sperando che non sia l’omicida)!

Per informazioni sulla Villa e sulla taverna Caruso: villa caruso bellosguardo

Per informazioni su omicidi e indagini: compagnia del giallo

fonte immagine: villa caruso

 
Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • Digg
  • Diggita
  • del.icio.us
  • Upnews
  • Wikio
  • Segnalo
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Commenti

Lascia un commento





  • FOCUS

  • RSS BelViver

    • Consorzio Vera Pelle Italiana: Oliviero Toscani colpisce ancora.
      In piena estate, parliamo della bufera che ha raggelato la Toscana… avendo poco a che fare con il meteo. Per il calendario 2011, il Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale ha scelto l’Oscar Wilde della fotografia italiana. Artista spesso attaccato, a volte scomodo, che si ama odiare (e ama esserlo). Un provocatore: ma proprio […]
    • Blog: minaccia fantasma o libera informazione?
      Un blog al giorno toglie il medico di torno, peccato che sia più realistico parlare di un blog al secondo dato l’incredibile incremento dei “diari virtuali”. La presenza online di siti che raccolgono riflessioni, spunti e pensieri di chiunque – dal professionista al cosiddetto figlio del postino, passando per il ragazzo della porta accanto – […]
    • Eccellenza: cos’è e come riconoscerla?
      «Eccellente» pronuncia ricorrentemente, ghigno malefico e mani congiunte, il sig. Burns, proprietario della centrale nucleare presso cui lavora (si fa per dire)... Homer Simpson. "Eccellente" significa che l'anziano e perfido magnate della sit-com animata ha portato a compimento un qualche losco piano. Ma cosa significa oggi "eccellenza […]
    • Firenze: culla del Rinascimento… calamita per la moda.
      Con l’arrivo dell’estate, quando décolleté, spalle, braccia, gambe e piedi cominciano gradualmente a scoprirsi, la ricerca dell’accessorio giusto rischia di diventare più impegnativa della caccia all’oro: una collana particolare, un abitino dalle tinte pastello, un sandalo divertente, un cappello originale, occhiali da sole in armonia con il profilo del viso […]
    • Cipolle living – Olio d’Oliva Bathroom
      Cipolle, porri, pomodori e zucchine entrano di diritto nella zona living e …  l’olio d’oliva? Nella zona più importante della casa quella dedicata alla bellezza! Strano? Per niente!. “Altremani” una linea di produzione di articoli di cartotecnica e complementi di arredo frutto del mix tra design, sostenibilità ambientale, responsabilità sociale e qualità del […]
    • Andrea Roggi: alla ricerca dell’essenza dell’animo umano
      Solidarietà, Conoscenza, Il Cerchio della Vita, Incontri, Fuori e Dentro di Te, Alberi e Uomini Toscani, Vita, Fiori di Sogni, Sospeso nel Vuoto, Il Gioco, Liberi Liberi:  i Temi di  Andrea Roggi scultore di Castiglion Fiorentino alla ricerca dell’essenza dell’animo umano. parco della creatività […]
    • Inghirami Company: Il vero significato del made in Italy
      Nome: Inghirami Company (www.inghirami.com). Anno e luogo di nascita: 1949, Sansepolcro (AR). Professione: filosofia della moda. Perché tutti i pezzi prodotti dai marchi Inghirami, dalle stoffe ai bottoni, non solo passano per mani esperte e qualificate ma sono sotto gli occhi di tutti. Trasparenza come certezza di qualità. Papà Fabio, mamma Luisa e cinque f […]
    • La Bicchieraia: La casa della convivialità
      Non è affatto facile trovare un luogo così dove sostare! La bicchieraia è ad Empoli un mix di tradizione, buon gusto, attualità, informalità e cortesia, e così la concretezza diventa proposta a cura di Stefano Vitelli. Eno bottega e mescita vini si legge sul bigliettino da visita ma ci sembra alquanto riduttivo; in serenità aggiungiamo […]
  • Meta